La Londra del libro. Guida letteraria per bibliofili oltremanica

Negli occhi della gente, nel loro andamento lento, faticoso, nel chiasso e nel frastuono, […] nel trionfo e nel tripudio e nel canto stranamente acuto di un aereo, ciò che amava era: la vita, Londra, quell’attimo di giugno. (V. Woolf, La signora Dalloway)

Bibliofili nel DNA o appassionati di fiction, se la vostra passione sono i libri Londra non vi lascerà delusi. Difficile, tra le miglialia di luoghi letterari della città, stilare una lista degli imperdibili, come ricorda questa mappa della città, disegnata dall’artista Dex e dall’interior designer Anna Burles.

Dex - Anna Burles (Literary London Map, Run For The Hills, 2012).

Dex – Anna Burles (Literary London Map, Run For The Hills, 2012).

Di seguito vi proponiamo quindi una scelta di cinque luoghi del libro che piaceranno ad ogni book lover che si trovi per qualche giorno nella capitale britannica. A voi, poi, il compito di esplorare la città di Dickens e Sherlock Holmes secondo personaggi e generi preferiti, seguendo tracce e sentieri imprevisti.

1. centro di ricerca e custode di tesori: la british library

The King's Library, fotografia di Mike Peel

The King’s Library (fotografia di Mike Peel)

Sembra scontato, ma un giretto alla British Library è d’obbligo, fosse anche la centesima volta che vi ritrovate a passeggiare in riva al Tamigi. Il moderno edificio che ospita la biblioteca, precedentemente parte del British Museum, si trova a Euston Road, vicino alla stazione di King’s Cross/St. Pancras. All’interno, la struttura si sviluppa verticalmente, intorno alla speciale collezione di re Giorgio III, The King’s Library, conservata in una spettacolare torre di vetro. Gli esemplari posseduti dalla biblioteca sono più di 150 milioni (manoscritti, libri a stampa, mappe…) e ogni anno il patrimonio aumenta di tre milioni di pezzi. Tra i più rari, la Magna Carta (consultabile in versione digitalizzata e interattiva), un esemplare della Bibbia delle 42 linee di Gutenberg e manoscritti di Leonardo da Vinci, dei Beatles e di Elisabetta I, ma anche il First Folio di Shakespeare, e la Sutra del Diamante (il libro a stampa più antico del mondo): tutti sono visibili nell’esposizione permanente e gratuita della Sir John Ritblat Treasures of the British Library Gallery.

2. la via delle librerie: charing cross road

La libreria Any Amount of Books, a Charing Cross Road (fotografia di Linda Nylind)

La libreria Any Amount of Books (fotografia di Linda Nylind)

Spostandoci verso sud, immancabile una passeggiata lungo Charing Cross Road, conosciuta per le sue librerie specializzate, antiquarie e dell’usato. Buoni affari si possono concludere soprattutto con esemplari di seconda mano, ma per avventurarvi tra gli stretti scaffali di questi negozi – con un’entrata sulla strada ma che spesso si estendono per uno o due piani sottoterra – non dovete soffrire di claustrofobia.

3. tra caratteri e prime edizioni: portobello market

Caratteri tipografici lignei (fotografia di Michele M.F.)

Caratteri tipografici lignei (fotografia di Michele M.F.)

Il sabato è la giornata migliore per fare un salto al celeberrimo mercato di Portobello Road, nel quartiere di Notting Hill. È proprio sabato che il mercato – sarebbe più corretto dire “i mercati”, che insieme ai piccoli negozi compongono questo angolo vociante e colorato – è al massimo della sua estensione, e si può quindi andare a caccia di libri usati e stampe, ma anche caratteri tipografici e vecchie silografie. Obbligatorio contrattare sul prezzo di una prima edizione!

4. il quartiere letterario: bloomsbury

Blue Plaque in Gordon Square (fotografia di Christine Matthews)

Blue Plaque in Gordon Square (fotografia di Christine Matthews)

La zona intellettuale per eccellenza resta Bloomsbury, con il British Museum, la London College University e il Cartoon Museum. Qui si riuniva il Bloomsbury Group, un gruppo di intellettuali, letterati e artisti di inizio Novecento di cui hanno fatto parte anche Virginia Woolf, E.M. Forster e John Maynard Keynes. I luoghi in cui hanno vissuto questi personaggi sono identificati dalle Blue Plaques, sparse per tutta la città. A Bloomsbury hanno sede anche diverse case editrici, come le indipendenti Bloomsbury Publishing – nata nel 1986 e resa famosa dalla serie di Harry Potter – e Faber & Faber, fondata nel 1929 e sotto le cui insegne sono state pubblicate opere di T.S. Eliot, Ezra Pound, Vita Sackville-West e W.H. Auden. Per trovare i quartier generali dei grandi gruppi occorre invece allungare la passeggiata: scendete fino al numero 80 dello Strand, tra i teatri Adelphi e Lyceum, per la sede attuale di Penguin Books, marchio creato nel 1935 da Allen Lane, oggi parte del colosso mondiale Penguin Random House; e se siete allenati potete arrivare anche a Southwark, poco oltre il London Bridge, dove si trova l’ufficio londinese di HarperCollins, dal nome delle imprese dei newyorkesi James and John Harper e dei britannici William Collins & Sons.

5. countryside poetico: john keats e hampstead heat

Keats' House, fotografia di Christopher Hilton

Keats’ House (fotografia di Christopher Hilton)

Dopo un intenso tour cittadino, l’ultima tappa ci porta quasi in campagna, ad Hampstead Heat, pochi chilometri da Westminster. Il parco – dalla collina di Parliament Hill si può ammirare quasi l’intera metropoli – ospita la dimora storica Kenwood House, con la sua prestigiosa e poco conosciuta collezione d’arte. Poco lontano, in Keats Grove, si può visitare la casa di John Keats e Fanny Brawne: un gruppo di volontari organizza incontri ed eventi, compiendo un lavoro egregio nella valorizzazione del sito. Prima di rientrare in città, passate dalla locale libreria Daunt Books, una piccola catena con sei sedi e, dal 2010, anche casa editrice; specializzata in libri di viaggio, espone i volumi per aree geografiche, in un ambiente edoardiano con rivestimenti e mobili di quercia e verdi lampade liberty.

(Anna Lanfranchi)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...